Agricoltura

Posted on 15 febbraio 2013 · Posted in nivo

Il nostro programma in ambito agricolo punta alla promozione di un’economia etica e solidale per la preservazione del territorio.

Lo scopo è la salvaguardia dei produttori e dei consumatori virtuosi con la promozione dell’agricoltura biologica – naturale e tramite l’utilizzo di strumenti in grado di preservare l’economia agreste locale.

Uno degli obiettivi è di rendere il nostro sistema agricolo più solido, favorendo l’aggregazione sociale intorno al mercato rurale.

Occorre stimolare la promozione di mercati di soli produttori in aree strategiche della città che siano una garanzia di trasparenza e di equo compenso per cittadinanza e produttori e che possano rappresentare un punto fisso di incontro tra domanda ed offerta rimanendo in ambito locale, creando un naturale rigetto alle rigide e spesso paradossali scelte del libero mercato che permette alle merci di percorrere migliaia di chilometri al solo scopo di allungare le filiere e creare reddito per soggetti che non apportano nessun vantaggio al prodotto finale

La rilocalizzazione della produzione agricola può contribuire a creare un nuovo tipo di società meno soggetta agli sbalzi del mercato e molto più autosufficiente di quella cui siamo abituati, dove basta uno sbalzo climatico di qualche giorno a compromettere pericolosamente l’approvvigionamento dei beni primari.

Sostegno e valorizzazione dell’attività agricola locale.

Il Comune dovrà definire dei percorsi di valorizzazione delle iniziative volte a favorire la vendita diretta, apprezzata dai consumatori e fonte di reddito per gli agricoltori, con particolare attenzione alle realtà che perseguono la filiera corta.

Favorire la nascita di un consorzio di preservazione e divulgazione di specie autoctone.

L’agricoltura dovrà indirizzarsi verso la produzione di cibo di qualità certificata.

Creare delle giornate tematiche a sostegno di prodotti agricoli offerti da produttori locali, prodotti tipici del territorio. (la giornata del fungo, la sagra della fragola)

Incentivazione alla realizzazione degli orti scolastici e delle “attività all’aria aperta”.

Azioni programmate a lungo termine che favoriscano l’imprenditoria locale e ne indirizzino il raggruppamento in consorzi al fine di contrastare la crescita di centri commerciali prevalentemente a capitale estero che ostacolano l’economia locale (Opposizione alla realizzazione di altri centri commerciale). (detassazione, concessioni di aree dedicate e tutelate dalle istituzioni a disposizione, ..etc.)

Destinazione di terreni comunali non utilizzati a Orti Pubblici comunali e disincentivazione del consumismo edilizio a tutela delle aree verdi.

Destinazione di locali comuni a Gruppi di Acquisto Solidale e a spazi di scambio solidale tra cittadini (baratti, donazioni, riutilizzo)

Promozione dei Gruppi di Acquisto Solidale:

I G.A.S. nascono dalla esigenza di costruire dal basso un’economia sana, in cui l’eticità valga più del profitto e la qualità sia più importante della quantità.

Un Gruppo di Acquisto Solidale è un gruppo di persone che acquistano all’ingrosso prodotti alimentari, o di uso comune, da ridistribuire tra di loro.

Il G.A.S. osserva un fondamentale principio guida nella scelta dei prodotti: parte dall’interno del gruppo e si estende ai piccoli produttori locali, al rispetto dell’ambiente, permettendo quello che viene definito consumo critico.