Claudia La Rocca.

Scheda

claudialarocca

Portavoce all’A.R.S.
Segretario Gruppo Parlamentare
Componente II Commissione Parlamentare “Bilancio e Programmazione”Nata a Palermo il 30 Settembre 1981

Scarica e leggi il curriculum vitae

FACEBOOK
TWITTER
GOOGLE+

Mi chiamo Claudia La Rocca ed ho 31 anni.
Ho lasciato l’Università, Facoltà di Lettere e Filosofia, dopo il primo anno e da allora ho sempre “cercato” di lavorare, passando da un lavoro precario all’altro, fino a quando ho deciso di dirottare le mie energie  nella realizzazione di un progetto imprenditoriale nell’ambito del turismo sostenibile (work in progress), che è quello che vorrei fare nella vita. Ho iniziato il mio percorso da attivista con il meetup Il Grillo di Palermo, oggi Movimento 5 Stelle Palermo, dal Gennaio 2009. All’interno del gruppo sono tante le attività a cui ho preso parte, ma sicuramente quelle per le quali mi sono spesa in prima linea sono state lo start up della Libera Pluriversità Palermitana, l’organizzazione della prima e seconda edizione della manifestazione ambientale F.a.t.a. Festival, del convegno con Carla Poli del Centro Riciclo Vedelago “Questione Rifiuti: dall’emergenza alla proposta” e della Pedalata in occasione della giornata mondiale per l’Acqua Pubblica dello scorso Marzo 2012.
Ho fatto parte della redazione del sito www.palermo5stelle.it e della redazione del sito regionale www.sicilia5stelle.it, del gruppo segreteria, del gruppo tecnico-creativo e grafica in particolare per il montaggio video, dello staff del progetto con le scuole “Le mani ci Differenziano” e delle attività legate al gruppo tematico Ambiente & Territorio come il Compost Day.
Penso di essere la prova che il cambiamento sia possibile. Fino a qualche anno fa vivevo nel mio mondo, distratta quanto basta dalla tv e inseguendo un falso mito di “felicità” che la società di oggi ci impone. In Italia, ma in particolare qui in Sicilia, siamo abituati ad adeguarci a tutto, l’anormalità è normalità, ma solo per mancanza d’informazione e di conseguenza di consapevolezza, ma una cosa è certa, se si arriva ad essa non si può tornare più indietro. Sicuramente la realtà siciliana è molto complessa e vi è in primo luogo la necessità di un cambiamento culturale. Penso che le soluzioni a tutto non si troveranno mai dall’oggi al domani, se quello che vogliamo è un vero cambiamento e non delle “soluzioni tampone”. La Sicilia deve iniziare un percorso, dove alla base ci devono essere dei solidi presupposti, ovvero una politica che tenga sempre presente il “bene comune” e una classe politica che si spenda per passione e non per professione. Ovvero la politica del buonsenso. Ci sono dei meccanismi della vecchia politica che è palese a tutti che non funzionino, negli anni cambiano i volti o i partiti, ma è un perpetuarsi delle stesse situazioni. Il Movimento 5 Stelle è un esperimento politico, ha sicuramente davanti a se una strada lunga, sconosciuta e difficile, ma credo che valga la pena provare ad avere qualcosa di diverso. Martin Luther King diceva:

Non mi spaventa la violenza dei potenti, ma il silenzio degli onesti“.

 

Trasparenza

 

Contattami

 





* Campi Obbligatori

Interessi e Competenze

Informativa ai sensi dell’art. 13 del d.lgs. n. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali”

Ho letto e accetto l’informativa

Questo messaggio verrà inviato direttamente all’email personale di Claudia La Rocca


Hit Counter provided by Curio cabinets