Democrazia Diretta

Posted on 15 febbraio 2013 · Posted in nivo

La democrazia rappresentativa attraversa un processo degenerativo che ha man mano estromesso i cittadini dal processo decisionale che riguarda la soluzione dei problemi della società.

Il Movimento 5 Stelle ritiene necessario avviare processi deliberativi popolari per l’affermazione di una democrazia sempre più diretta e meno rappresentativa, per contribuire a prendere decisioni più equilibrate e meglio rispondenti ai principi di equità e giustizia sociale, per una politica il più possibile condivisa, che consenta la massima partecipazione sulle scelte di allocazione delle risorse della comunità.

Una comunità, insieme, “governata” e “governante”.

Una partecipazione diretta,  non filtrata e limitata dal potere rappresentativo consente, infatti di concorrere, concretamente alla gestione della “res publica”, aumentando il senso di consapevolezza e di responsabilità dei cittadini, attraverso percorsi formativi di educazione civica.

 

Introduzione nello statuto comunale di strumenti di iniziativa popolare: Referendum propositivo e abrogativo sulle questioni locali.

Durante un periodo dell’anno i cittadini proporranno e discuteranno mentre in un altro sceglieranno con il voto le proposte emerse.

Una volta raccolte le idee più votate una delegazione popolare insieme ad un Ufficio del Gabinetto del Sindaco valuterà l’introduzione delle proposte emerse dal basso e le introdurrà nel piano dei lavori pubblici e dei servizi.

Introduzione di un Ufficio della Trasparenza ove il cittadino possa accedere a qualsiasi documento e ne possa avere copia.

Trasmettere in streaming la diretta del Consiglio Comunale e di tutti gli incontri delle Commissioni.

Creazione di un registro online in cui vengono raccolte tutte le istanze inviate alla P.A. e dove si possono consultare le risposte ricevute.

La presenza oraria dei consiglieri alle sedute sarà registrata e resa pubblica.

Pubblicazione dei contratti di consulenza, con indicazione della prestazione, del consulente e dell’importo della prestazione.

Pubblicazione dei contratti per lavori e forniture, con indicazione delle ditte interessate, della tipologia di prestazione e degli importi.

Pubblicazione per eventuali atti concessori, locazioni o affidi di beni comunali, con indicazione dei destinatari e degli eventuali canoni.

Progetti di alfabetizzazione informatica per anziani, disabili e altri cittadini che ne avessero bisogno, in modo da facilitare l’accesso alle informazioni, la richiesta di documenti e la velocizzazione delle loro pratiche.

Le pubbliche amministrazioni devono incentivare l’uso di questo canale di dialogo con i cittadini,  investendo in servizi di mobilità per ottenere molteplici vantaggi: maggiore accessibilità ai servizi e comunicazione più immediata ai cittadini, risparmio.