…il prosieguo del “Nuovo” Consiglio Comunale

Posted on 11 agosto 2013 · Posted in NOTIZIE M5S GIARRE
 Ordine del giorno del 9/8/2013 (ore 18:00):

1) Elezione componenti della Commissione elettorale comunale.
2) Composizione delle commissioni consiliari permanenti.

 

“Giuro di adempiere le mie funzioni con scrupolo e coscienza nell’interesse del Comune in armonia con gli interessi della Repubblica e della Regione”.

 

Tra uno scandalo e l’altro, ci eravamo lasciati così la scorsa volta, con quelle belle parole pronunciate da ognuno dei 20 consiglieri.

Non è tanto la promessa dello scrupolo quanto quella di agire secondo coscienza che mi spinge ad interessarmi di quello che dovrebbe essere la gestione della Politica. Coscienza nell’interesse del Comune, quindi anche nel mio di interesse. E nell’interesse di chi se ne interessa poco e ad intervalli regolari, diciamo 2-3 mesi ogni lustro.

Agire con scrupolo dovrebbe evitare di convocare un consiglio urgente senza aver prima acquisito tutti gli atti necessari all’espletamento dell’ordine del giorno (in questo caso il parere finanziario); agire con coscienza nell’interesse del Comune avrebbe dovuto portare i consiglieri a consultarsi a vicenda ex ante, così da evitare un continuo, perenne rinvio di quelle che dovrebbero essere le iniziali, necessarie operazioni propedeutiche all’avvio dei lavori a favore del cittadino (in basso un richiamo alle funzioni delle commissioni consiliari permanenti dove si evidenzia, ad esempio, che “sono sottoposte obbligatoriamente all’esame delle Commissioni Consiliari permanenti le proposte di deliberazione di competenza del Consiglio Comunale”).

Mancando il parere finanziario, sarebbe stato illegittimo proseguire con la seduta.

Dopo la sospensione (che sarebbe dovuta durare 10 minuti invece di 50) si era proposto di mettere ai voti il rinvio a Lunedì 12 ore 11:30.

Ma, tanto per richiamare quella coscienza nell’interesse del Comune, l’opposizione ha deciso di lasciare l’aula e, nello stesso tempo, lasciare gli uditori che, come me, hanno ancora interesse a seguire la stasi delle istituzioni all’italiana, ad aspettare. Rinvio ad un’ora per assenza di quorum. Per l’ufficializzazione della riconvocazione a Lunedì 12 ore 11:30 il cittadino ha dovuto attendere un’ora.

Perché?

 

La questione sollevata dal cons. Spitaleri è che la maggioranza non è in maggioranza (cioè dei 12 consiglieri ne sono presenti 9) e “non c’è il numero legale”, come se i 7 dell’opposizione non contassero niente.

Ora, concedendo il beneficio del dubbio agli assenti che, in fondo, chissà, potrebbero anche essere stati giustificati, come si può sperare nella “collaborazione” tra maggioranza e opposizione da tutti sempre auspicata in nome del bene comune se, per una questione di interesse generale (le commissioni consiliari riguardano tutti, maggioranza e opposizione, rappresentanti dei rispettivi elettori), si ricomincia il teatrino dei consiglieri che in fila, a mo’ di trenino, lasciano l’aula?

Immagineee

 

Estratto del “Regolamento delle commissioni consiliari”

Art. 17 – Funzioni

1. Le Commissioni Consiliari permanenti concorrono con il Consiglio Comunale alle funzioni di indirizzo e di controllo politico-amministrativo.

2. Le Commissioni, in particolare, assumono iniziative ed approfondimenti:

a) in tema di controllo della gestione;

b) nella formazione dei programmi di investimento;

c) nella emanazione dei regolamenti e dei piani programmatici;

d) su tutti gli atti inviati dal Sindaco.

3. Sono sottoposte obbligatoriamente all’esame delle Commissioni Consiliari permanenti le proposte di deliberazione di competenza del Consiglio Comunale.

4. Il Presidente assegna ogni proposta di delibera alle Commissioni competenti. In caso di assegnazioni a più Commissioni si applicano le disposizioni di cui al successivo art.21.

 

Ancora, auguri ai 20 e buona fortuna Giarre!